L' archivio del Vapore

< torna al sito

2006 Novembre 2006 Dicembre 2007 Gennaio 2007 Febbraio 2007 Marzo 2007 Aprile 2007 Maggio 2007 Ottobre 2007 Novembre 2007 Dicembre 2008 Gennaio 2008 Febbraio 2008 Marzo 2008 Aprile 2008 Maggio 2008 Novembre 2008 Dicembre 2009 Gennaio 2009 Febbraio 2009 Ottobre 2009 Novembre 2009 Dicembre 2010 Gennaio 2010 Febbraio 2010 Marzo 2010 Aprile 2010 Maggio 2010 Ottobre 2010 Novembre 2010 Dicembre 2011 Gennaio 2011 Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011 Maggio

Programma Novembre 2009


Martedì 3

Manuok (U.S.A indie)

Manuok

ore 21.30

Manuok (San Diego, California) si presenta al Vapore con la sua band, formata da lui, basso e voce, da un chitarrista e un batterista. Polistrumentista di eccezione, Manuok è uscito con il suo nuovo disco solista in Italia per Macaco records a inizio 2009. La sua espressività è qualcosa di davvero fuori dal comune, con un suono delle sei corde, dolce e pieno, per nulla patinato, imparagonabile a quello che si sente in giro abitualmente. Il resto lo fa la qualità compositiva di Manuok, musicista davvero apprezzatissimo dalla critica internazionale.

Vai al Sito MySpace

Mercoledì 7

Pasta in Pista & RadioVapore.3

dalle ore 21.30

Prima il Pasta-Buffet gratuito per tutti, poi Radio Vapore - vivace incontro tra buona musica e parole non banali - che dalle 22:00 propone uno Speciale sui Beatles. In conduzione Dj Gigi Fincato.

Vai al Sito

Venerdì 6 e Sabato 7

PMV e DOCS (Al Vapore, Principe, DiningRoom) presentano "ri-Tachite Al Tram"

FESTA DEL NOVELLO

IV Edizione

dalle ore 19.00

Gusterai in ogni locale Piatti di Stagione, Caldarroste e Vino Novello... a prezzo speciale!

Vai al Sito

Venerdì 6

CARLO COLOMBO TRIO

Swing italiano d'autore

Carlo Colombo

live set: ore 21.30 - nite set: ore 23.30

Carlo Colombo, pianoforte e voce; Alessandro Turchet, contrabbasso; Renato Peppoloni, batteria. Il progetto Carlo Colombo "swing italiano d'autore" propone canzoni originali in chiave jazz-swing. suonate esclusivamente con strumenti acustici, quasi a dare un senso di poesia ad argomenti tutt'altro che poetici. Tematiche come il gioco d'azzardo, il tradimento, il matrimonio, la passione per la musica e per la vita, il rapporto con tecnologia mondo esterno raccontano la banale quotidianità in tono ironico ma mai scherzoso. L'improvvisazione di stampo jazzistico è uno dei punti di forza che convince sia l'ascoltatore più esigente che quello più spesso fruitore di musica "leggera".

Vai al Sito MySpace

Sabato 7

Al Vapore e La Semicroma presentano: VOCI ROSA

"MIRTA ROCKS THE HOUSE"

blues

dinner set: ore 21.00 - nite set: ore 23.00

Mirta Magnoler, voce; Francesco Boldini, chitarre; Paolo Callegaro, batteria; Dario Sgobaro, basso. Ritorno alle radici per l'eclettica cantante mestrina, ritorno al blues, alle sue atmosfere e alla sua energia, e in questo Mirta si ispira agli emozionanti concerti di Etta James, una delle migliori interpreti "live" di blues e r&b. è accompagnata da "vecchi" compagni di viaggio con i quali intende percorrere le strade del blues classico, R&B, funky ma anche del più moderno "bluesy".

Vai al Sito www.francescoboldini.com

Domenica 8

AUDIOTIDE

rock

ore 21.30

Anima la Maratona, organizzata dal musicista mestrino Mauro Stella, è una catena musicale di più di 20 band che, lungo il percorso della Venice Marathon, rallegra la gara dei corridori. Tra tutte le band ne abbiamo scelte tre, le più interessanti e forse promettenti, per un'esibizione al Vapore. Iniziano gli Audiotide formati da Riccardo, voce; Stefano, chitarra; Gianluca, chitarra, tastiera; Andrea, basso; Nicola, batteria. Il loro progetto si basa sull'esplorazione di tutti i territori del rock, da quello classico all'indy, dall'hard rock al punk.

Vai al Sito www.venicemarathon.it

Martedì 10

Spatten DjSet - New MixVapor

dalle ore 21.30

In uno dei suoi più famosi travestimenti, l'artista Spatten seleziona solo vinili, dal blues al punk.

Mercoledì 11

Radio Vapore + Reading "Biografie Incerte"

dalle ore 21.30

Prima di Radio Vapore (in consolle Dj Gigi Fincato) c'è Pasta In Pista (buffet di pasta gratis); nel corso della serata è presentato il libro Biografie Incerte di Cristiano Dorigo e Marco De Rosa con Umberto De Vicaris alla chitarra classica.

Venerdì 13

CLAUDIO VALENTE

rock d'autore italiano

live set: ore 21.30 - nite set: ore 23.30

Claudio Valente, voce e chitarra; Massimo Pin, chitarra; Andrea Nalon, tastiere; Tiziano Valente, sax e sequenze; Alberto Marenco, basso; Marco Michieletto, batteria. Grintoso, poetico, tagliente e sognante: ecco Claudio Valente. Pop perchè: sa raggiungere tante persone, ma anche adulto, che non gli basta un orecchiabile ritornello, ma cerca echi e riferimenti musicali degli ultimi vent'anni di storia del pop. Claudio, che scrive testi e musiche, ha militato a lungo nel panorama new wave e rock italiani, vincendo anche premi prestigiosi come Arezzo Wave. Presenta un nuovo progetto discografico, per la prima volta da solista "Un Po'(p) più adulto" (Top Music, distrib/Self, produzione artistica Simone Chivilò, premiato come miglior produttore indipendente al M.E.I. 2006), nel quale mescola new-wave '80, glam, canzone d'autore italiana, e soul music, sua passione viscerale, per definire il suo stile "adult pop".

Vai al Sito

Il Grande Jazz Italiano!

Sabato 14

RACING JAZZ 5ET

dinner set: ore 21.00 - nite set: ore 23.00

Massimo Faraò, piano; Antonio Imparato, tromba; Antonio Giordano, sax tenore; Carmelo Leotta, contrabbasso; Elio Coppola, batteria. Il Racing Jazz Quintet nasce dall'incontro tra musicisti che condividono la passione e la dedizione al mainstream jazz, ed ha come obiettivo primario quello di suonare con swing. L'incontro con alcuni grandi uomini della storia del jazz (che nel caso di Massimo Faraò è stata anche lunga frequentazione) ha aperto ai componenti di questo gruppo, talora anche molto giovani, la percezione delle possibilità che questa musica possiede. Il titolo del disco vorrebbe suggerire la continuità con questo tipo di approccio, attraverso l'utilizzo del linguaggio che gli è proprio, di cui troppo spesso nella storia recente si è dimenticata la forza. L'idea iniziale di questo quintetto è di Carmelo Leotta, che ha curato gli arrangiamenti e ha prodotto parte del materiale originale. Grazie all'apporto insostituibile di Massimo Faraò si sono uniti al progetto il batterista Elio Coppola, che è stato affezionato allievo di Bobby Durham, Antonio Giordano, sassofonista di grande personalità, e Antonio Imparato, trombettista dallo spiccato lirismo e di grande impatto sonoro.

Vai al Sito

Martedì 17

Alex Masi Band

funk, rock, blues, jazzfusion

ore 21.30

Alex Masi, chitarra; Andrea Duse, basso; Red Bertoldin, batteria. Oltre ad essere un grande chitarrista di culto, Alex Masi viaggia spericolatamente ai confini della musica e proprio per questo offre sempre al pubblico concerti di grande livello artistico ed imperdibili. Vive negli States ma, di passaggio per l'Italia, non ha voluto mancare una tappa Al Vapore.

Vai al Sito MySpace

Mercoledì 18

Pasta in Pista & RadioVapore/Disco

dalle ore 21.30

Prima il Pasta-Buffet gratuito per tutti, poi Radio Vapore - vivace incontro tra buona musica e parole non banali - che dalle 22:00 propone i migliori ritmi ballabili, dagli anni Sessanta ai giorni nostri. In conduzione Dj Gigi Fincato.

Venerdì 20

Il Grande Jazz!

STANLEY JORDAN SOLO

jazz-fusion

live set: ore 21.30 - nite set: ore 23.30

Stanley Jordan, chitarra e pianoforte. Considerato dalla critica tra i migliori chitarristi al mondo, Jordan è conosciuto per lo sviluppo della "touch tecnique", un forma evoluta di "tapping" a due mani, che Jordan esegue con molti legati rispetto ad una normale tecnica di "tapping" e che gli consente un uso "pianistico" dello strumento. Stanley Jordan, nato a Chicago, Illinois, è salito alla ribalta nel 1985 con l'uscita del suo primo album, "Magic Touch", un progetto rivoluzionario che contribuì alla rinascita della leggendaria "Blue Note Records". Negli anni successivi, nonostante gli intensi programmi di appuntamenti musicali in tutto il mondo, i suoi maggiori interessi si sono rivolti alla musicoterapia e alla sonificazione. La fuga dalla corsa al successo ha portato Jordan, negli anni '90, a vivere un periodo di esilio dal quale è emerso imprimendo una nuova direzione alla propria vita. Fondamentale in questo percorso è stata la passione verso la musicoterapia, che ha approfondito presso l'università dell'Arizona con un programma avanzato di studio e pratica. "E' opinione diffusa che se sei un musicista il tuo unico desiderio sia quello di diventare ricco e famoso - ripete spesso Stanley Jordan - ma io non sono mai stato così. Io voglio essere pagato bene per quello che faccio e voglio che la gente sappia cosa faccio. Per me la parte commerciale e quella artistica sono due cose distinte. A volte vanno di pari passo, a volte agiscono l'una contro l'altra. Io aspiro ad essere musicalmente soddisfatto e non famoso piuttosto che famoso e scontento della mia musica".

Vai al Sito

Sabato 21

SHAWN PITTMAN

Texas Blues At Its Best!...

dinner set: ore 21.00 - nite set: ore 23.00

Shawn Pittman, voce e chitarra; Martin Iotti, basso; Lele Zamperini, batteria. Pittman è una delle forze più esplosive della scena blues Texana, uno dei maggiori talenti del Blues Americano contemporaneo! Tutti gli album che ha registrato lo mostrano come parte di quella lunga stirpe di bluesman texani che si estende indietro fino a Lightnin' Hopkins e Blind Lemon Jefferson e passa attraverso Johnny Winter, i Fabulous Thunderbirds e Stevie Ray Vaughan; e Shawn rappresenta una sintesi di tutto questo, un impetuoso "fenomeno a sei corde". Del resto, per essere considerato un chitarrista rispettabile nello stato del Texas, un musicista dev'essere dannatamente bravo, e Shawn Pittman è dannatamente bravo! La caratteristica del suo suono è il modo sincopato, percussivo, di suonare la chitarra, che accende un groove dinamico. E poi canta con un talento naturale, con una forza che smentisce la sua giovane età. Pittman è nato e cresciuto in Oklahoma, ascoltando la collezione di dischi di suo padre e di suo nonno, che suonava la chitarra country. Arrivato a Dallas nel 1992, prima di trasferirsi ad Austin, ha rubato il mestiere ad alcuni dei migliori musicisti della zona, diventando un chitarrista eclettico, che ancora oggi si diverte a suonare la chitarra ritmica come quella solista. Shawn rappresenta la nuova generazione dei possibili eredi al trono di Stevie Ray Vaughan, perchè: non è una sua mera copia ma il prosecutore di uno stile crudo, accattivante ed esplosivo... se volete blues eccitante, quello che vi fa muovere, venite ad ascoltare Shawn Pittman!

Vai al Sito MySpace

Domenica 22

Anima La Maratona

SOUNDS GOOD

Rock-pop

ore 21.30

Continua la presentazione delle band più interessanti e forse promettenti scelte tra quelle che hanno partecipato ad Anima la MAratona. Recente scoperta della scuola padovana "Sonopoli", i Sounds Good (Martina, voce e chitarra acustica; Jimmy, chitarra; Jacopo, tastiere; Ale, basso; Nico, batteria; Elena, vocalist) hanno raggiunto un risultato già eccellente per la loro giovanissima età, grazie al gusto nei suoni del chitarrista, alle doti della cantante, e alla impetuosa ritmica del batterista.

Vai al Sito

Martedì 24

Spatten DjSet - New MixVapor

dalle ore 21.30

In uno dei suoi più famosi travestimenti, l'artista Spatten seleziona solo vinili, dal blues al punk.

Mercoledì 25

Pasta in Pista & RadioVapore.3

dalle ore 21.30

Prima il Pasta-Buffet gratuito per tutti, poi Radio Vapore - buona musica e poche parole - che dalle 22:00 propone uno Speciale sugli Artisti Triveneti. In conduzione Dj Gigi Fincato.

Venerdì 27

THE BAND

Non solo Rolling Stones...

live set: ore 21.30 - nite set: ore 23.30

Alessandro Bressanello, chitarra e voce; Lillo Signoretti, chitarra solista; Paolo Santinello armonica; Tullio Tombolani, basso; Francesco Satini, batteria. La Band si forma nel 1990 al Tag Club dall'unione di quattro amici: Alessandro Bressanello, oltre che chitarrista già attivo fin dagli anni '60, regista ed attore, Lillo Signorotto, anche lui sulla scena nei mitici anni '60, Silvio Zanoni, batterista professionista di lungo corso e il più giovane Tullio Tombolani. La Band dai suoi esordi ha raccolto subito un ampio consenso con i suoi concerti, grazie al mix di rock anni '60/'70 e al repertorio fortemente orientato verso le cover dei Rolling Stones (ma non solo). Rimasta sulla scena sino ad oggi con diverse formazioni in questa occasione si presenta con Francesco Satini alla batteria e Paolo Santinello all'armonica.

Sabato 28

MARCO CASTELLI 4ET

Jazz

dinner set: ore 21.00 - nite set: ore 23.00

Marco Castelli, sassofoni; Ermanno Signorelli, chitarra; Raffaello Pareti, contrabbasso; Mauro Beggio, batteria.
Immaginate un taccuino zeppo di appunti di un viaggio ideale che, dall'Europa, arrivi fino alle coste dell'Africa. Immaginate di trasformare gli appunti in musica: si materializzerebbero nella proposta di questo Quartetto, che si ascolta anche nell'ultimo cd di Castelli, Patois (Etichetta "Blue Serge", distrib/Egea). Un lavoro che oltrepassa il linguaggio jazzistico, coerente con un universo sonoro comune ai componenti dell'affiatato quartetto che, geograficamente lontani, sono però uniti dalla chiara ispirazione melodica (Dulce Pontes, Goran Bregovich, Dollar Brand, Jaques Brel, Luigi Tenco) che colloca il Quartetto tra la migliore tradizione jazzistica europea e le influenze della musica mediterranea. Marco Castelli, sassofonista e compositore, è artista eclettico, che svolge attività nel jazz, nel teatro, nella danza e come performer intermediale. Nella sua carriera ha portato la sua musica nel mondo, dalle Americhe all'Asia, dall'Europa al Medio Oriente. Tra i numerosi progetti attivi, D.M.A. "urba-jazz-funk"; Bandorkestra.55, di cui è direttore; Marco Castelli Small Ensemble.

Vai al Sito MySpace

Domenica 29

"Music Lab" in Concerto

ore 20.00

Concerto di allievi e insegnanti della Scuola di Musica.

Vai al Sito