L' archivio del Vapore

< torna al sito

2006 Novembre 2006 Dicembre 2007 Gennaio 2007 Febbraio 2007 Marzo 2007 Aprile 2007 Maggio 2007 Ottobre 2007 Novembre 2007 Dicembre 2008 Gennaio 2008 Febbraio 2008 Marzo 2008 Aprile 2008 Maggio 2008 Novembre 2008 Dicembre 2009 Gennaio 2009 Febbraio 2009 Ottobre 2009 Novembre 2009 Dicembre 2010 Gennaio 2010 Febbraio 2010 Marzo 2010 Aprile 2010 Maggio 2010 Ottobre 2010 Novembre 2010 Dicembre 2011 Gennaio 2011 Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011 Maggio

Programma di APRILE 2011

Venerdì 1 APRILE

RADIOBASE POPOLARE MARATHON

ore 21.30

dai Caraibi al Rock, grande festa con selezione musicale affidata ai migliori dj del settore: Gigi Dj, Zio Willy, Principe23, FurlanDj, e... tutti i dj di Radio base! E ancora cabaret con Bibi&Lorenzo, musicisti e altre sorprese...


Sabato 2 APRILE

FRANCESCO CAFISO

ISLAND BLUE QUARTET

dinner set 21.15 - nite set 23.00

Francesco Cafiso - Sax Alto, Dino Rubino - Tromba - Flicorno Giovanni Mazzarino - Piano , Rosario Bonaccorso - Contrabbasso
Nominato da Umbria Jazz "ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo" Francesco Cafiso (classe 1989) è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz. Già a nove anni muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama internazionale. Decisivo per la sua carriera è l'incontro, nel Luglio del 2002, durante il Pescara Jazz Festival con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sè: nell'European tour del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei Jazz Festival e nei Jazz Club più importanti del mondo. Ha vinto diversi premi importanti tra i quali il Premio Nazionale Massimo Urbani a Urbisaglia, il premio EuroJazz a Lecco, l'International Jazz Festivals Organization Award a New York, la WorldSaxophone Competition a Londra, il Django d'Or a Roma e molti altri prestigiosi riconoscimenti. A New Orleans, ha suonato con Ellis Marsalis, Jason Marsalis, Thadeus Richard, Bob Franch, Maurice Brown. Nel 2005 lo Swing Journal, l'autorevole rivista giapponese di musica jazz, gli ha conferito il New Star Award premio riservato ai talenti stranieri emergenti e subito dopo, si è affermato nel Top Jazz di Musica Jazz, che lo ha riconosciuto miglior nuovo talento dell'anno. Ha suonato con grandissimi musicisti quali: Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, George Mraz, Joe Locke, Adam Nussbaum, Enrico Rava, Gianni Basso, Dado Moroni, Franco D'Andrea Franco Cerri e moltissimi altri italiani ed americani. E'direttore artistico del Vittoria Jazz Festival a Vittoria sua città natale e il 19 Gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barak Obama e del Martin Luther King Jr. day.

L'Island Blue Quartet si distingue per la bellezza dei temi suonati, la strepitosa sinergia e la potenzialità di ciascuno dei componenti di ascoltarsi l'uno con l'altro creando un vero e proprio dialogo tra gli strumenti. Inoltre, per la capacità di ciascuno di interagire con grande efficacia e precisione senza però mai ostacolarsi o primeggiare, riuscendo a creare un equilibrio straordinario tra dinamismo e groove, tra delicatezza e aggressività. Ha già in attivo due CD, uno con la Label giapponese Venus dal titolo "Portrait In Black and White" e uno dal titolo "A New Trip" registrato per l'etichetta Philology.


Martedì 5 APRILE

ARMONIE IN MUSICA

ore 21.30

Uno spettacolo eterogeneo che miscela sapientemente musica, pittura e recitazione, creando una magica atmosfera di interazione creativa.


Giovedì 7 APRILE

"Miles Davis"

in Jazz

ore 21.30

Serata in collaborazione con la Scuola di Musica "Miles Davis".

Sito Web

Venerdì 8 APRILE

ECHOES

prog - jazz - fusion strumentale

live set: ore 21.45 - nite set: ore 23.15

Alessandro Ragazzo - Chitarra, Francesco Inverno - Batteria, Samuele Duse - Tastiera
Gli Echoes cercano di fondere nella musica strumentale più elementi, dal fusion al Rock, dal Prog al funk. Tutto questo dà loro un'immagine molto caratteristica, data sopratutto la loro giovane età, nel mondo dei gruppi giovanili. Nati nell'aprile del 2010 hanno calcato una serie di importanti palchi, come quelli del Vapore, del New Age e dell'eXProg ed altri.


Sabato 9 APRILE

PATRIZIA LAQUIDARA

CENTO SOTTANE

Patrizia Laquidara

dinner set: ore 21.15 - nite set: ore 23.00

Patrizia LAQUIDARA - voce, Alfonso SANTIMONE - pianoforte, tastiere ed elettronica, Giancarlo BIANCHETTI - chitarra classica, elettrica e cavaquinho Davide GARATTONI - basso, contrabbasso, Federico SCETTRI - batteria

Patrizia Laquidara nasce a Catania ma è il Veneto ad adottarla, sin da quando è piccola. Con i suoi due album "Indirizzo Portoghese" (prodotto da Pasquale Minieri per Rosso di Sera-Virgin record) e "Funambola" (prodotto da Arto Lindsay per Ponderosa Music and Art), che il prestigioso "Premio Tenco" nomina fra i cinque più belli del 2007, Patrizia Laquidara conquista ed entusiasma la critica musicale specializzata. Il brano "Noite Luar" diventa colonna sonora del film "Manuale d'amore" e viene nominato al David di Donatello. L'artista vince vari premi: ben tre "Festival Premio città di Recanati 2002", il "Premio della critica Festival di Sanremo 2003" e il "Premio cantante di musica popolare IMAIE 2007". Passa da una tourneè in Brasile ad una negli Stati Uniti, dal Giappone al Portogallo, dal Marocco all'Inghilterra, iniziando un'intensa attività live in giro per il mondo. Al di là della musica popolare vanta preziose collaborazioni (Arto Lindsay, Ben Perowsky, Smokey Horlem, Tom Bartlett, Alfonso Santimone - produttore artistico di questo album insieme alla Laquidara- Stefano Bollani, Mario Venuti, Andrea Chimenti, Rita Marcotulli,
Dopo aver concluso una tournee' in Brasile e una a Tokio nell'autunno del 2010 , Laquidara si ripropone al pubblico , con un' antologia dei suoi album precedenti, standards accuratamente tradotti e un repertorio di alcuni suoi brani inediti che hanno come filo conduttore figure, vicende, storie e personaggi femminili.
"Le culture popolari sono migranti -racconta Patrizia- bastarde, meticce, impure, cacciatrici di miti. Viaggiano, si mischiano, si abbracciano e fanno nascere nuove culture."


Martedì 12 APRILE

JUDITH

ore 21.30

daniele (sax), luca (piano) Fede (basso) marco (batteria)


Venerdì 15 APRILE

MAURO STELLA 4 ET

Jazz-Rock

Mauro Stella

live set: ore 21.45 - nite set: ore 23.15

Mauro Stella, chitarra, Valentino Favotto, tastiere, Domenico Santaniello, basso Davide Michieletto, batteria
Mauro Stella presenta le composizioni scritte nell'ultimo periodo, un repertorio che rispecchia gli studi e le esperienze sedimentate nel corso del tempo insieme ai tanti musicisti e turnisti con cui ha condiviso i palchi. A creare il filo logico dello spettacolo, oltre alla firma sui brani, c'è il suono compatto e definito di un quartetto di musicisti esperti ed affiatati. Il repertorio, a cavallo tra Jazz e Rock, alterna i brani del chitarrista ad altre canzoni entrate di diritto nella storia della musica moderna.


Sabato 16 APRILE

BRADLEY RODNEY

JAZZ, SOUL & GOSPEL

BRADLEY RODNEY

dinner set: ore 21.15 - nite set: ore 23.00

Bradley Rodney (organo, voce) Bobo Facchinetti (batteria) Massimo Faraò (piano)

è un virtuoso del proprio strumento, Bradley alterna l'attività d'organicista a quella didattica, dirigendo il coro gospel della Harold Davis Baptist Church di Philadelphia. Nella sua cifra artistica si riuniscono mirabilmente le travolgenti forme espressive della chiesa santificata con la tradizione mainstream del jazz. è un artista puro ed integro, che antepone le ragioni del cuore a quelle del successo commerciale, poichè: si dedica prevalentemente alla divulgazione della cultura musicale afromericana. La sua principale fonte di ispirazione risiede nella musica da chiesa, di cui ripropone stilemi e modalità entrate oggi a far parte del comune linguaggio jazzistico. Artista conosciuto per la sua tecnica impeccabile, per la sua versatilità e per la conoscenza dello sviluppo tecnologico nella musica sacra, Rodney è cresciuto nella Holiness Church suonando l'organo e dirigendo il coro della chiesa fin da giovanissimo. Ha frequentato il Westminter Choir College della Rider University dove ha conseguito una laurea in Musica Sacra. Attualmente è Direttore del Coro della Harold O. Davis Memorial Baptist Church di Filadelfia, dove supervisiona tre cori. E', inoltre, artista ed educatore per la Diversi Musical Instruments, per la quale insegna e promuove dimostrazioni dei nuovi strumenti a convention, fiere ed eventi mondiali. Recentemente, sempre per la Diversi, è apparso nella show televisivo 'Bobby Jones Gospel TV Show' trasmesso dal canale BET, e vanta collaborazioni con artisti del calibro di Joey DeFrancesco, PJ Morgan, John Peters, Melvin Crispell e Aaron Shields. Sta ultimando un dvd didattico per gli organisti gospel per la celebre serie "WheatWorks Gospel Music Instrument DVD Instruction Series".


Domenica 17 APRILE

SERATA MUSIC LAB

ore 20.00


Martedì 19 APRILE

DREAM CATCH ME

Beatles, Massive Attack, Dave Matthews, Norah Jones...

ore 21.30

Evelyn Longhin - voce, Ivano Masiero - chitarra acustica ed effetti


Mercoledì 20 APRILE

RADIO VAPORE: "LAICITA' IN MUSICA"

musica e interviste in diretta di Gigi Fincato

ore 21.00

Con Jean Georges d'Hoste. Francese, in Italia dal 70, d'Hoste, svolge l'attività di traduttore di libri d'arte; collabora con l'Unione degli atei e degli agnostici razionalisti. In serata anche Marino Marini, veneziano, sincero e fedele interprete di Fabrizio de Andrè, canterà e racconterà della religiosità e del laicismo in Faber.


Venerdì 22 APRILE

DJ set

ore 21.30


Sabato 23 APRILE

DJ set

ore 21.30


Martedì 26 APRILE

OMEGA

ore 21.30

un repertorio di classici del pop, rivisitati in sound jazz lounge


Venerdì 29 APRILE

LA MENTE DI TETSUYA

Cartoons Tribute Band

live set: ore 21.45 - nite set: ore 23.15

La Mente Di Tetsuya è da ormai circa 10 anni uno dei fenomeni musicali più acclamati del veneziano e non solo. Essendo una delle più importanti band italiane che ripropone le vecchie sigle dei Cartoni Animati Giapponesi arrivati in Italia tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80. L'ironico e divertente spettacolo con il quale il gruppo si presenta nelle varie situazioni riunisce ogni volta sotto il palco un pubblico affollatissimo, presente in tutte le forme di età. Scatenarsi è d'obbligo.


Sabato 30 APRILE

ENRICO CRIVELLARO BLUES BAND

dinner set: ore 21.15 - nite set: ore 23.00

Enrico Crivellaro - chitarra, chitarra baritono, Pietro Taucher - piano, organo Hammond Simone Serafini - basso, Carmine Bloisi - batteria

Nei negozi di dischi degli States, i suoi dischi sono passati dagli scaffali di Blues alla sezione "Guitar Hero", accanto a quelli di Chet Atkins, Eric Clapton e così via. Enrico Crivellaro chitarrista di fama internazionale, da tempo indicato—per il suo stile che fa da ponte tra il Blues, il Jazz, e la musica roots americana—come uno tra i più influenti della sua generazione. "Mojo Zone", edito dall'etichetta Nordamericana Electro-Fi, ha senz'altro contribuito ad elevarlo a tale rango. Il disco ha ricevuto eccellenti recensioni, tra le quali spicca quella a 4 stelle di Downbeat, la più prestigiosa rivista di Jazz e Blues del mondo. Nel 2008 ha accompagnato, in uno straordinario tour in Canada, una delle leggende dell'armonica: Lee Oskar. In tour in Australia nel 2000 con la Royal Crown Revue - la band del film "The Mask"- Enrico ha suonato alle Olimpiadi di Sydney, nello storico Festival Jazz di Montreal, alla House of Blues di New Orleans, il B.B. King's Blues Club di Memphis, spesso ritrovandosi in cartellone con musicisti come John Lee Hooker, B.B. King, Johnny Winter, Buddy Guy, Muddy Waters.